Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Vitalpina Hotels Südtirol
 
menu
 
 
 
 

I nostri consigli per il vostro benessere

Per stare bene anche a casa.

  • State sciolti: evitate di stare con le spalle tese, lo stomaco contratto e le gambe accavallate. Alzatevi dalla sedia e stiracchiatevi più volte al giorno, sia a casa che al lavoro.
  • Time out: ritagliatevi uno spazio settimanale fisso per dedicarvi esclusivamente a voi stessi.
  • Rilassatevi: sappiamo che non c’è la bacchetta magica per eliminare lo stress, ma a volte un bel bagno con i sali può fare miracoli.
  • A pieni polmoni: fate più volte al giorno piccoli esercizi di respirazione, preferibilmente all’aria aperta. Vi faranno ritrovare nuove energie.
  • “L’utente da lei chiamato...”: che ne dite di staccare ogni tanto il cellulare? Se per qualche ora non sarete raggiungibili, non cascherà il mondo.
  • Via la spina: spegnete tutte le apparecchiature elettriche che avete in stanza da letto (tv, cellulare, radiosveglia...): dormirete meglio.
  • La voce interiore: ascoltatela più spesso per capire il vostro livello di benessere. Yoga mattutino, passeggiatina dopopranzo, massaggio: l’importante è fare cose che vi fanno stare bene.
 

Sdraiatevi

Respirare con il diaframma mette a tacere i pensieri

  • Sdraiatevi comodamente su una superficie morbida (un letto o un prato) con le gambe piegate. Mettete pure una coperta (o uno zaino) sotto le ginocchia e appoggiate la testa su un cuscino (o una giacca).
  • Respirate in maniera naturale. Inspirate ed espirate con calma, poi fate una pausa prima di ricominciare a respirare.
  • Osservate il vostro addome che si solleva nella fase di inspirazione e sentite il diaframma che si espande.
  • Nella fase di espirazione osservate come il vostro ventre si abbassa. Il torace invece rimane immobile.
  • Appoggiate una o due mani sul ventre per sentire meglio il processo respiratorio: inspirazione-pausa-espirazione-pausa...
  • Adesso concentratevi sugli odori che vi circondano e lasciate scorrere i vostri pensieri, senza giudicarli o trattenerli.
  • Già dopo sette cicli di respirazione completa proverete una maggiore calma interiore.
 
 
 

Camminate in silenzio

L'armonia del ritmo

  • Passeggiate in compagnia e ad andatura tranquilla in un ambiente naturale. Mentre camminate conversate con il vostro accompagnatore.
  • Continuate a camminare ma senza più chiacchierare e cercate di trovare l’andatura a voi più congeniale.
  • Dopo qualche minuto di camminata in assoluto silenzio, fate attenzione ai rumori della natura. Cosa sentite?
  • Adesso che avete trovato il ritmo ideale, mantenetelo e concentratevi su un altro aspetto: quanti passi fate durante un’inspirazione?
  • E quanti passi fate durante la fase di espirazione?
 
 
 

Attingete l'acqua

Lasciarsi andare tramite la respirazione purificante

  • Cercatevi un posto tranquillo, nelle vicinanze di un ruscello o di una sorgente.
  • Restate in piedi con le gambe leggermente più aperte rispetto alle anche.
  • In fase di espirazione piegate il busto e con le mani arrivate fino al suolo come se doveste raccogliere dell’acqua (il ruscello o la sorgente possono anche essere un prodotto della vostra fantasia).
  • In fase di inspirazione risalite lentamente con il corpo e portate le mani sopra la testa.
  • In fase di espirazione immaginate di lasciar cadere l’acqua sopra la testa e accompagnate il movimento mormorando: “Schschschttt”.
  • Infine riportate le mani nella posizione iniziale facendole scivolare lungo le spalle e i fianchi.