Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Vitalpina Hotels Südtirol
 
 
 
 

Il pane dell’Alto Adige, una tradizione sempre viva

03.11.2014 - Autore: Vitalpina Hotels Südtirol
Categoria: A tavola
 
A colazione pane fresco spalmato di burro, a merenda un buon bicchiere di vino per mandare giù speck e “Schüttelbrot”, a cena una bella minestra calda con tozzi di pane raffermo o un dolce soufflé di pane alla cannella … In Alto Adige il pane è legato a doppio filo al mondo contadino:
basti pensare che ancora agli inizi del 1900 in ogni maso altoatesino si coltivavano cereali, prima che l’industria casearia e la frutticoltura prendessero il sopravvento. Oggi però la coltivazione dei cereali sta tornando in auge e con essa anche le antiche ricette per preparare il pane.
In passato, quando la mietitura e il lavoro nei campi erano conclusi, l’autunno era il momento in cui i contadini dovevano provvedere alla “conservazione” delle preziose materie prime raccolte. Il cereale più diffuso era la segale, con la quale si preparavano le provviste di pane per l’inverno. Nel tempo ogni vallata altoatesina ha sviluppato delle proprie varietà di pane, diventate ormai un elemento imprescindibile della gastronomia tipica altoatesina. Vinschger Paarl, Vorschlagbrot, Eisacktaler Leabele, Pusterer Breatl, Schüttelbrot e Zelten sono solo alcuni esempi della straordinaria versatilità dei panettieri altoatesini.
I Vitalpina Hotels Südtirol, sempre attenti alle tradizioni, fanno onore a questo alimento primario portando sempre in tavola pane fresco, organizzando corsi di panificazione e raccontando la storia del pane locale.

Il principale ingrediente per fare il pane era, ed è ancora oggi, la pasta madre. Questa antica tradizione di preparare un lievito naturale è ancora oggi molto diffusa, come agente ammorbidente e acidificante, per produrre impasti a base di grano e segale. In Alto Adige parecchi tipi di pane devono la loro lieve acidità, la loro mollica soffice e porosa e il loro gusto speziato proprio alla pasta madre.

Le spezie più usate per fare il pane variano da valle a valle. Cumino e finocchio erano ingredienti irrinunciabili nella miscela di spezie per pane, in alcune località si aggiungevano chiodi di garofano, trigonella, anice o coriandolo. I Vitalpina Hotels Südtirol utilizzano sapientemente erbe di montagna fresche e secche in cucina ma anche nella preparazione del pane.

Per fare bene il pane, il primo ingrediente è la pazienza: l’impasto infatti ha bisogno di calma e tempo. Poi però la cottura del pane nei vecchi forni contadini diventa un rito quasi arcaico, che come per magia trasforma i migliori cereali e le migliori erbe dell’Alto Adige in un prodotto straordinario. Avete voglia di sentire il profumo speziato del pane appena sfornato, di riscoprire la sua naturale bontà? Gustatelo da solo o con burro fresco, miele, speck o un formaggio alle erbe: ne apprezzerete il suo sapore sincero e la vitalità tipica delle genti di montagna. La riscoperta delle antiche tradizioni culinarie e panificatorie, associata all’utilizzo di ingredienti genuini e alle recenti conoscenze in materia di salute e benessere, è sinonimo di ritorno ad uno stile di vita sano e consapevole, una filosofia sposata anche dai nostri albergatori.

Venite a fare il pieno di energia vitale: i Vitalpina Hotels Südtirol vi aspettano.


 
 
Consiglia
 
 
 
 
 

Vitalpina® Respiro.

Il nostro programma "Respiro" vi accompagnerà in un affascinante viaggio alla scoperta di risorse interiori che non pensavate di possedere.
Vitalpina® Respiro